Fiorai e Addobbi

Addobbi, fiori e scenografie per il matrimonio in chiesa e al ricevimento

Articolo scritto da Simona Ruisi

L’allestimento floreale di un matrimonio costituisce la scenografia del giorno più importante della vita di una coppia.

Con i fiori, infatti, si esprimono sentimenti, emozioni, si colora una Chiesa o il Comune, si testimonia la bellezza della vita in due e si augura alla coppia di andare incontro ad ogni felicità durante l’arco della loro vita insieme.

Il rapporto con i flower designer è importante e va curato sin dall’inizio della programmazione delle proprie nozze.

Scegliere un fioraio per il matrimonio significa, infatti, affidare ad un professionista tutti i dettagli che faranno da cornice al giorno più bello della vostra vita.

I fiori non sono soltanto un abbellimento estetico. Ogni fiore, infatti, ha un significato particolare, e va scelto e abbinato al tema e al colore dell’allestimento per ottenere un effetto omogeneo e armonioso.

Quello di un fiorista è infatti un compito progettuale, lavorando quasi come un architetto per conoscere  i luoghi e gli spazi e realizzare decorazioni floreali che abbelliscano la location per risaltarne i punti forti.

Una volta preparato uno schema preciso della disposizione dei fiori, i fiorai procedono a creare le composizioni floreali. 

Queste possono diventare archi di fiori, composizioni a cascata o lineari, decorazioni sul passamano, centrotavola, vasi di fiori disposti sui tavoli del buffet e piante e alberelli per l’ingresso della navata della Chiesa o alle porte di ingresso delle case degli sposi. 

Il pezzo forte di ogni flower designer resta, ovviamente, il bouquet, il mazzo di fiori che la sposa porta con sé all’altare e lancerà durante il ricevimento ad una fortunata destinata a sposarsi dopo di lei.

Il bouquet è molto personale. Se una volta era l’uomo a sceglierlo e a consegnarlo a sorpresa alla futura sposa qualche ora prima delle nozze, ora sono sempre di più le donne che vogliono avere il pieno controllo sulla creazione del loro mazzo di fiori.

Un bouquet può essere realizzato in diversi modi: tutto tondo, a cascata, messy bouquet per un delicato effetto “finto scombinato”, molto amato dalle spose più giovani e indipendenti, ricchi di foglie o di fiori selvatici.

Sia nel caso del bouquet che delle composizioni floreali decorative, la scelta di quali tipi di fiori utilizzare è molto personale e dipende dal gusto delle spose, ma non solo.

I fiori, infatti, in quanto vegetali, sono normalmente soggetti al cambio delle stagioni e alla disponibilità di mese in mese.

Per i matrimoni estivi è impensabile ricorrere a fiori tipicamente invernali, come la viola, il ciclamino, l’erica o la camelia: fiori bellissimi, sì, ma impossibili da recuperare freschi nel periodo più caldo dell’anno.

Anche i fiori più diffusi, come le peonie o i tulipani, dovrebbero essere utilizzati fino alla primavera: con il caldo eccessivo dei mesi estivi, infatti, rischiano di appassire dopo qualche ora, perdendo tutta la loro freschezza.

Per scegliere consapevolmente i fiori del proprio allestimento floreale, è indispensabile rivolgersi ad un fioraio che possa consigliare sulle migliori tipologie di fiori da utilizzare in ogni periodo dell’anno.

Cerchi un fioraio esperto che possa allestire il tuo matrimonio con composizioni floreali artistiche? Rivolgiti alla nostra wedding planner, che ti guiderà nella scelta del miglior fioraio della tua zona.

Offerte Fiorai e Addobbi su Oggisposa.it

Abruzzo

Calabria

Campania

Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia

Lazio

Liguria

Lombardia

Piemonte

Puglia

Sicilia

Toscana

Umbria

Veneto