Scopriamo insieme il Matrimonio Green

Scopriamo insieme il Matrimonio Green

Natura, ecosostenibilità e verde in ogni dove: anche quest'anno il matrimonio green non passa di moda

Articolo scritto da Martina Baratta

 

Il verde è il colore che più di qualunque altro evoca la natura rigogliosa e da sempre è associato all’ambiente e all’ecosostenibilità: il matrimonio green trova nel colore verde la sua massima espressione, ma tutta la palette di colori legati alla terra -e declinabile a seconda delle stagioni- è perfetta per interpretare al meglio una cerimonia a stretto contatto con la natura. Sempre più coppie, infatti, scelgono la natura come setting delle proprie nozze, con una spiccata preferenza per spazi aperti in campagna o agriturismi, con una particolare attenzione per materiali riciclabili e cibo biologico prodotto localmente. 

Piante e fiori, inutile dirlo, diventano protagonisti assoluti degli allestimenti: l’estate e la primavera offrono una grande varietà di fiori meravigliosi, senza nulla togliere alle piante aromatiche o grasse, facilmente reperibili in ogni periodo dell’anno.

Un’idea originale potrebbe vedere queste piantine trasformate in segnaposti o piccole bomboniere: se volete impressionare i vostri ospiti con un dono inaspettato, interrate le piantine in vasetti di terracotta che, volendo, potete decorare con i colori a tempera. 

 

Per l’allestimento potete usare tappeti verdi da stendere come passerella fino all’altare, mentre per tableau e segnaposti scegliete materiali biodegradabili come il sughero, dettagli in juta e cartoncini riciclati. 

Sulla tavola le piantine segnaposto regaleranno un tocco divertente alla mise en place e potrete abbinarle a tovaglie e stoviglie, anch’esse in linea con il tema green. Particolarmente indicati i tovaglioli in tinta e piatti in terracotta, e l’effetto sarà ancora più naturale se i tavoli sono di legno. Portate la natura anche dentro i piatti, preferendo cibi di stagione e prodotti locali nel caso in cui il ricevimento si svolga in un agriturismo o in un casale. 

 

Queste location, oltre a essere le più coerenti con il tema green, sono spesso affiancate da una produzione propria di olio, miele, liquori o confetture, che possono trasformarsi in bomboniere sfiziose e al contempo utili. 

È ormai da alcuni anni che il colore pantone greenery è di grande tendenza, e il fascino del verde si è imposto sulle passerelle anche per quanto riguarda gli abiti per le spose e le damigelle. Il look total green per la sposa è una scelta audace e destinato solo alle più coraggiose, mentre gli abiti per le damigelle possono sfruttare le sfumature intense del verde smeraldo o acquamarina e optare per un outfit lungo, nel caso in cui il matrimonio si svolga di sera.  

Voi spose invece, potete incorporare un tocco di verde in un look più classico; se sceglierete il bianco, infatti, potrete giocare con vari accessori che vanno dalla giarrettiera alla stola da tenere sulle spalle durante il rito, un cappello a falda larga, gioielli importanti o anche le scarpe, che potranno essere sia sportive che eleganti a patto che il vestito sia abbastanza lungo da coprirle, lasciando intravedere solo le punte. 

Aggiungete dettagli green anche nelle acconciature con l’aiuto di spille, fermagli, nastrini di raso, e se volete osare per quanto riguarda il trucco, un bell’ombretto verde risulterà allegro e non troppo invadente, se abbinato a un trucco appena accennato su labbra e guance. 

Lo sposo potrà coordinarsi alla sposa indossando papillon, cravatta, gemelli, cintura, bretelle total green; un tocco di verde calza a pennello anche sotto forma di fiore o di fazzoletto in tessuto appuntati al taschino della giacca.

Infine, un ultimo consiglio sulla location: abbiamo detto che agriturismi di campagna e casali sono la scelta più coerente, ma qualunque luogo fortemente radicato al territorio diventa teatro di ricevimenti all’insegna del verde, come ad esempio le acetaie a Modena, i bagli in Sicilia, o volendo una ex fabbrica o un edificio riqualificato.