Le origini della lista nozze

Le origini della lista nozze

ovvero la tradizione dalla dote al dot(com)

La tradizione di offrire regali alle coppie di sposi in occasione del loro matrimonio sono vecchie come il mondo. Antichi manoscritti da tutte le culture del globo ci raccontano dei "doni per le nozze".
Nell'antica Grecia, per esempio, i doni formalizzavano la legittimità di un matrimonio: il genero e il suocero diventavano alleati attraverso lo scambio di doni, e i regali indicavano l'alleanza tra le due famiglie. Nel Medioevo c'era la tradizione di raccogliere i doni presso le case dei genitori degli sposi.
Ma l’inventore del concetto di lista di nozze fu Christofle nel 1856, con i suoi servizi di piatti e set da tavola che potevano essere scelti prima del matrimonio per la nuova casa degli sposi.
Nei primi decenni del Novecento, negli Stati Uniti, inizia a diffondersi l'uso da parte degli sposi di compilare una lista di regali a loro utili, con lo scopo di aiutare gli invitati al matrimonio, i parenti e gli amici della coppia, nella scelta di un regalo effettivamente gradito.
Questa moda approderà in Italia durante gli anni Settanta per sostituire l'usanza della "dote della sposa" poiché, con la riforma del diritto di famiglia del 1975, il nuovo testo del Codice civile dispone il divieto di costituzione di dote, sentita come un retaggio del passato.
Sebbene secondo il bon ton non sono gli sposi a segnalare cosa vorrebbero ricevere, data la sua innegabile praticità, anche il galateo si è adattato a questa tradizione purché gli sposi seguano determinate regole di bon ton per compilarla al meglio, mentre agli invitati è richiesto di mettere da parte il proprio gusto personale e attenersi strettamente alle istruzioni dettate dagli sposi.
In genere, all'interno della lista appaiono per lo più articoli di oggettistica domestica, quali servizi di posate, pentole, accessori per la casa, articoli di biancheria, ma sono sempre più di frequente inseriti anche mobili, libri, apparecchi tecnologici ed elettrodomestici, oggetti di design, nonché in alcuni casi lo stesso viaggio di nozze.
Oggi con Internet la lista nozze si è evoluta e negli ultimi anni viene sempre più spesso utilizzata la lista nozze online, che permette agli sposi di presentare in modo interattivo la lista dei loro regali mediante un sito web apposito a cui hanno accesso i loro invitati.

Per quanto riguarda la lista viaggio, è opportuno che gli sposi suddividano il loro viaggio di nozze in tante piccole quote che verranno acquistate dall’invitato, in base al budget predisposto. Solitamente la scelta della ripartizione può essere fatta anche in modo più dettagliato e l’invitato potrà scegliere di acquistare il volo, piuttosto che la visita guidata ad un museo o l’accesso alla spa. Quest’ultimo è un modo pratico di concretizzare maggiormente la spesa fatta, personalizzando il più possibile un regalo immateriale.