Abiti da sposa in pizzo originali e di tendenza

Abiti da sposa in pizzo originali e di tendenza

Macramé e chantilly, schiene scoperte e maniche ricamate. Le più belle declinazioni degli abiti da sposa in pizzo

Articolo scritto da Barbara Sabatino


Avete come me un debole per gli abiti da sposa in pizzo ma siete ancora dubbiose su quale modello potrebbe calzarvi a pennello? Siete fortunate perché la moda Bridal ama proporre questo look dal facile successo in infinite varianti. Dai tessuti francesi del morbido pizzo chantilly al macramè strutturato, privilegiando code sinuose e strascichi di media lunghezza.

La fortuna dei vestiti da sposa in pizzo si deve al fatto che incontrano non solo il gusto della donna classica a cui non dispiace il tocco vintage e retrò, ma si adattano con semplicità alle tendenze moderne, aggiungendovi quell’allure romantica sempre timidamente racchiusa nell’animo femminile.

Sono tante le proposte degli stilisti sia per chi convolerà a nozze in estate, sia per chi sceglierà la mezza stagione. Abbiamo deciso di illustrarvi dunque una rosa di modelli tra i più apprezzati delle nuove collezioni, partendo dall’abito da sposa in pizzo a sirena per terminare con il trend del backless (la schiena scoperta).

Abiti da sposa a sirena in pizzo

Perché il pizzo venga valorizzato al massimo, l’ideale prevede che venga indossato direttamente sulla pelle nuda o su uno strato di stoffa color carne. Quando questo non è possibile, si opta solitamente per una base in texture leggerissima, così da non far perdere l’effetto trasparenza e impalpabilità dei ricami stessi.

Se approfondiamo sugli abiti da sposa a sirena in pizzo, troveremo infatti code di tulle e scollature a barca che sfruttano gli inserti ornamentali (arabeschi, fiori) soprattutto nei punti strategici del giro vita, delle spalle, della silhouette dei fianchi. Con l’aumentare dell’attenzione all'ambiente, si sono moltiplicate queste soluzioni anche per la sposa eco-friendly che preferisca una composizione in crepe ecologico senza rinunciare ad esser chic.

Qualche designer di fama internazionale nell’Haute Couture, ha declinato l’abito da sposa pizzo come una vera e propria scultura di contrasti. Ha concentrato i curatissimi ricami floreali nella parte alta su un strato color carne, dal seno a metà coscia, lasciando esplodere il volume del tulle semplice dalle ginocchia in giù. Per una sensualità celata e raffinata.

Abiti da sposa a sirena in pizzo pronovias thor
abiti da sposa in pizzo gahlia lahav magia

 

Abiti da sposa in pizzo francese

Si differenzia da tutti gli altri perché conserva una morbidità al tatto e la sua trama presenta un caratteristico disegno ottagonale sul quale viene tessuto il ricamo. Il vestito da sposa in vero pizzo francese può esser però difficile da riconoscere. Che sia chantilly, rebrodè o lamé è così pregiato da subire frequentemente decine di imitazioni.

Per questo motivo, è raro che si esageri nell’utilizzo di questo tessuto. Gran parte dei modelli della Bridal Fashion, ne fanno un uso parsimonioso e delicato, per esempio limitandolo al corpetto e alla relativa allacciatura al collo o alla svasatura sui fianchi. Spesso cucito in forme floreali, è davvero sofisticato quando riprendendo dalla natura, si arrampica in rami ricchi di foglie sulle spalle o a ridosso della scollatura.

Alcuni ateliers sono capaci di ricavare dagli abiti da sposa pizzo francese un sapiente gioco di contrapposizioni. Dove si estende la maglia di ricami trasparenti fino alle maniche lunghe e alle caviglie, si lascia intravedere il sottostante strato pesante di stoffa che disegna un bustino o una sottoveste più corta.

pizzo francese
pizzo francese pronovias caracoles

 

Abiti da sposa in pizzo macramè

macrame giacchino bianca sposa
Il macramé , frutto di una tecnica di intreccio dei filati, sembra che abbia origini arabe e derivi dall’unione delle parole “mahrana” e “rame”, che significano rispettivamente “frangia” e “nodo”. Inizialmente usato per indicare gli ornamenti creati dai marinai, oggi è impiegato molto per arricchire l’abito sposa pizzo.

Assai più strutturato e rigido rispetto alla versione francese, si presta benissimo a rivestire il busto, a sostenere un seno importante o coprire di incisioni una schiena nuda.

Tra i designer affermati c’è chi ne sfrutta la resistenza e la composizione che alterna pieni e vuoti per farne mantelle, boleri, maglie i cui eleganti disegni sono appoggiati agli abiti da sposa in pizzo, rivestendoli come una rete intricata.

Le fibre robuste del macramé, inoltre, sono perfette per le donne curvy perché contengono con disinvoltura il punto vita e al tempo stesso valorizzano le curve grazie ai motivi floreali e simmetrici, senza rendere volgari le scollature più audaci.

abito sposa pizzo macrame

 

Abiti da sposa con maniche in pizzo

maniche pizzo pronovias
Nelle collezioni Bridal il vestito nuziale dalle maniche trasparenti riscuote ormai grande popolarità. Perfino nei matrimoni estivi a volte non si riesce a rinunciare ad un tulle leggero che ricopra le braccia. In vetta alla piramide però ci sono sempre loro: gli abiti da sposa con maniche in pizzo. Perché questi dettagli diventano una vera e propria personalizzazione dell’outfit, fondendosi con la pelle di chi li indossa.

Gli stilisti si sono sbizzarriti nel dare originalità all’outfit matrimoniale attraverso la particolarità delle maniche, per esempio scampanandole fino a che non tocchino terra con un effetto a coda di rondine che può sostituire in pieno lo strascico. E’ cosi ancor più rafforzata la silhouette a sirena dell’abito.

In un altro modello, magistralmente, le maniche in pizzo sono disegnate come la prosecuzione di una scollatura a barca che si allunga fino all’avambraccio. L’idea si fa geniale quando si aggiunge un velo con diadema, da cui si diramano esattamente gli stessi ricami del vestito. Il risultato è un abbinamento splendido ed unico.

abito sposa pizzo macrame

 

Abiti da sposa in pizzo con schiena scoperta

A lungo, finché il velo veniva considerato parte imprescindibile del look nuziale e non esisteva donna che ne facesse a meno, la moda di lasciar nude le scapole e il lato retrostante del vestito trovava poche adepte. Poiché si era comunque coperte, specialmente durante la funzione religiosa, non aveva senso mettere in evidenza il “lato b”.

Ad oggi invece il backless è un vero e proprio trend, ricercatissimo e affermato. Oltre al total nude esistono abiti da sposa in pizzo con schiena scoperta che sembrano quadri dipinti su una tela e sono adatti a donne di tutte le taglie. Sta a voi decidere la profondità della scollatura back, che può esser tanto audace quanto moderata, spesso racchiusa da lacci, fiocchi o stringhe.

Qualsiasi variante si scelga, questa tipologia di vestito richiede di prestare massima attenzione all’intimo sposa, che rischia di esser troppo in vista se non abbinato scrupolosamente così da scomparire o mimetizzarsi.

I modelli proposti dagli ateliers hanno arabeschi che corrono sinuosamente lungo la colonna vertebrale allacciandosi al collo, nascondono le abbottonature, terminano con fiocchi o proseguono a diramarsi sulle gonne.

abito da sposa schiena scoperta nicole
abito da sposa schiena scoperta rosa clara

 

abito da sposa prezzi

Ricerca e preventivo abito da sposa

Richiedi un preventivo gratuito per il tuo abito con un solo click e confronta i preventivi gratuiti per abito da sposa.

Preventivo gratuito